11/09/2017 - INSEDIAMENTO PARROCO NOVAGLI: L'INTERVENTO DEL VICESINDACO RODELLA

INSEDIAMENTO PARROCO NOVAGLI: L'INTERVENTO DEL VICESINDACO RODELLA

Buon pomeriggio a tutti.

Vesto oggi la fascia del sindaco, in rappresentanza dell'intero Comune di Montichiari, in sostituzione del primo cittadino Mario Fraccaro che ha accompagnato la propria madre, proprio in queste stesse ore, al cimitero. Vi porto il suo abbraccio, i suoi saluti e porto anche, da parte sua, un augurio sincero all'Abate Gaetano Fontana perchè possa essere lievito per questa Comunità come lo è stato in passato per Chiari, Pisogne, Cologne e attualmente per le altre parrocchie di Montichiari. Ora vorrei suggerirVi poche riflessioni che mi vengono dal cuore.  La presenza Vostra, di tutta la Comunità religiosa e la mia persona in rappresentanza della Comunità Civile danno il senso della solennità di questo momento.  Un momento che segna Novagli, ma non solo. La Città di Montichiari è infatti una entità geografica di 82 kmq, ma non è una Comunità. Credo si possa dire che il Comune di Montichiari sia la somma di più nuclei urbani, si chiamino essi frazioni o quartieri, che hanno ognuno la consistenza, l'identità, la fierezza di molti comuni italiani.  Siamo quindi di fronte ad una confederazione amministrativa, ma non siamo in presenza di una Comunità.  Perchè queste parole, perchè questa riflessione oggi? Perchè la nomina di Mons. Gaetano Fontana come parroco di Novagli cambia le carte in tavola.  Siamo di fronte ad un fatto nuovo per Montichiari: per la prima volta un unico parroco per tutte le Chiese/Parrocchie di tutto il territorio di Montichiari (se si esclude la parrocchia di Borgosotto).  Le Comunità ecclesiali del Centro, di Vighizzolo, dei Chiarini, di S. Antonio, di S. Giustina, dei Boschetti e dei Novagli avranno in don Gaetano un unico Pastore. Un unico punto di riferimento che potrà dare un impulso fondamentale alla costituzione di quella Comunità allargata che si chiama Montichiari. Credo, anzi ne sono sicuro, che don Gaetano sarà il collante, il lievito comune che consentirà alle varie frazioni di avvicinarsi, conoscersi e collaborare. Sarà aiutato in questo dalla straordinaria carica di umanità che gli è connaturata, dalla forte determinazione di porre in pratica ogni giorno il Vangelo e da Voi Novagliesi che troverete in lui un faro sicuro.  L'Amministrazione Comunale farà la sua parte: senza sovrapposizioni, senza prevaricazione di ruoli, ma con la ferma convinzione che solo unendo gli sforzi un giorno Montichiari potrà definirsi Comunità.  Di questo mi faccio garante: sono infatti convinto che solo la collaborazione, la condivisione di progetti tra la Comunità religiosa e Civile potrà portare Montichiari ad identificarsi contestualmente con i titoli di Città geografica e Comunità che esprime valori veri, universali, spirituali.

TORNA ALL'ELENCO